mercoledì 19 giugno 2019

Gli "illustri nati" di oggi, 19 giugno


1948 (scomparso nel 1974) - Nick Drake, un vero e proprio poeta della musica. Scarsamente noto in vita, dopo la sua scomparsa è diventato un vero e proprio oggetto di culto per generazioni di cantautori e musicisti in genere. Fin dai suoi esordi discografici il pianista jazz Brad Mehldau esegue due celebri brani di Drake: "River Ma"n, comparsa per la prima volta nell'album "Songs: The Art of the Trio Volume Three" del 1998 e "Things Behind the Sun", incisa per la prima volta da Mehldau nel suo concerto in solo "Live in Tokyo" del 2004. Nel 2005 incise l'album "Day Is Done" in cui compare una rielaborazione per trio jazz dell'omonimo brano di Drake. Nel 2011, il cantautore e polistrumentista italiano Marco Parente ha dedicato a Nick Drake la canzone "Sempre" (dall'album "La riproduzione dei fiori"), la cui sezione archi è stata arrangiata da Robert Kirby. Nel 2005 il cantautore romano Roberto Angelini, accompagnato dal violinista Rodrigo D'Erasmo, ha pubblicato l'album tributo "Pong Moon - Sognando Nick Drake". La copertina dell'album realizzata totalmente in pongo da Angelini stesso, rievoca quella di "Pink Moon".
Drake è stato anche un eccellente chitarrista, uno dei primi a sperimentare con le accordature, usando lo strumento come fosse un pianoforte, tra accompagnamento e melodia: uno dei precursori dei moderni chitarristi acustici, come Michael Hedges, anche lui non più fra noi.

1950 - Ann Wilson, cantante, polistrumentista e compositrice statunitens È nota soprattutto per la sua attività come cantante delle Heart, insieme alla sorella Nancy.

1956 - Big Bill Morganfield, cantante e chitarrista statunitense di genere blues, figlio del leggendario bluesman Muddy Waters (il cui vero nome era McKinley Morganfield).


1963 - Simon Wright, batterista rock inglese che ha militato in diverse band heavy metal e hard rock di successo come AC/DC e Dio.

Nessun commento: