venerdì 18 gennaio 2008

Krautrock


Krautrock è il classico esempio di termine coniato dai critici, in questo caso angloamericani (la prima volta fu utilizzato sulle pagine di Melody Maker), riferito alla scena musicale dei gruppi tedeschi a partire dagli anni '70, attivi sul fronte del progressive rock e della musica elettronica. Formazioni spesso diversissime fra loro, come Faust, Ash Ra Tempel, Tangerine Dream, Popol Vuh, Can, Amon Düül e Kraftwerk. Di questi ultimi, che già in passato avevano trovato posto su questo blog, vi voglio segnalare un disco del 1974 che personalmente trovo stupendo: "Autobahn", avanguardia nel vero senso del termine ("stare avanti") e non nella sua snobistica interpretazione ("musica di difficile ascolto") ad uso e consumo di un pugno di critici annoiati.

Arricchito dall'introduzione dell Moog, "Autobahn" è un capolavoro d'equilibrio senza pari nella storia del rock elettronico. Equilibrio tra melodie e rumori, sperimentazioni d'avanguardia e pop-music, umanesimo e cibernetica, tecnologia e arte. Definito da Ralf Hütter "una specie di raga pensato per l'ascolto in automobile", l'album è una sinfonia per motori. Motori che rombano, che mormorano suoni e rumori in un'ipnotica armonia. Raccontavano i Kraftwerk: "Düsseldorf, la città in cui viviamo, è il centro della più grande zona industriale tedesca. La nostra musica è quella della realtà urbana, con i ritmi e i suoni che producono le fabbriche, i treni e le automobili. Lavoriamo in questo contesto e ne siamo influenzati, come degli operai della musica, per otto-dieci ore al giorno nel nostro studio di registrazione. Amiamo i computer e le macchine che noi stessi ci siamo costruiti, con esse abbiamo una relazione semi-erotica". Romanticismo mitteleuropeo, estetica futurista e un'atmosfera tipicamente "soul" si incrociano sull'autostrada dei Kraftwerk per dar vita al suono del futuro. L'amplesso tra uomo e macchina, dunque, come approdo della Nuova Musica. Ma non solo. In "Autobahn" si materializzano le visioni metropolitane di Fritz Lang, le profezie di un futuro cibernetico che affolleranno le opere di artisti fondamentali dell'elettronica a venire, come Devo, Ultravox e il Bowie berlinese. Evidenti, poi, le tracce del minimalismo di Eno, Glass, Reich, seppur portato a eccessi quasi parodistici, e dell'avventura lisergico-spaziale di "Interstellar Overdrive" di floydiana memoria.
Tutte queste influenze danno origine ad un prodotto incredibilmente omogeneo, i suoni secchi e asettici oppure suadentemente morbidi vengono filtrati e metabolizzati attraverso un sapiente uso dell'elettronica, mirato a creare una nuova arte "totale", linguaggio universale per il villaggio globale. L'arteria pulsante del disco è la lunga title-track (oltre 22 minuti), una suite strepitosa, costruita sulla combinazione tra i rumori delle auto in movimento (motori, pneumatici, clacson) e le melodie sinuose delle tastiere e del flauto, con l'incessante battito della drum-machine che dona all'ascoltatore la sensazione di sentirsi trasportato in un lungo viaggio, rilassante e ipnotico al tempo stesso. Il ritornello ("Wir fahr'n fahr'n fahr'n auf der Autobahn / Viaggiare viaggiare viaggiare sull'autostrada") è sussurrato in modo asettico, monocorde, quasi a simulare la ripetitività della guida in autostrada, mentre il coretto "fahr'n fahr'n fahr'n" riecheggia apertamente il "fun, fun, fun" dei Beach Boys (una delle insospettabili band di riferimento dei Kraftwerk).
Siamo di fronte alla più bella, seppur atipica, "driving song" di ogni tempo, inspiegabilmente non inclusa in questa top ten!

Se vi interessa approfondire l'argomento krautrock non potete fare a meno di leggere il libro "Krautrocksampler", autentica bibbia del genere redatta con maniacale passione da Julian Cope... sì, quello dei Teardrop Explodes, proprio lui!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Colto e bellissimo post! Aggiungerei anche The Man Machine e Trans Europe Express dei Kraftwerk.

A.

Anonimo ha detto...

Will you really utilize it, or will it become an additional piece of corner clutter in your house or caught down inside the basement catching dust?


Feel free to visit my website; bowflex selecttech dumbbells

Anonimo ha detto...

Exercising and consuming healthful is often a lifetime type, and never anything you do right here
and there.

Feel free to surf to my weblog ... source

Anonimo ha detto...

It makes it possible for you to utilize more excess weight
or resistance than in a seated place.

Here is my webpage - free weights for sale

Anonimo ha detto...

I lately experienced the chance to purchase this solution
for your function of reviewing it for my clients.

Review my page :: free weights for sale

Anonimo ha detto...

One of the best strategies to distinguish involving the ideal treadmills
and low superior ones will be to overview client reports.



My web blog: next page

Anonimo ha detto...

Quite possibly the most widely preferred indicates of burning up stomach excessive fat might be
crunches or sit-ups along with other versions of it,
solely concentrating on your own abdomen.

my homepage http://www.getfitnstrong.com/bowflex-dumbbells/fit-strong-bowflex-552

Anonimo ha detto...

They have offered themselves an incredible track record with their willingness and fearlessness method
of creating a different notion, such as their x based mostly process on their products.


Also visit my weblog bowflex selecttech dumbbells