giovedì 28 agosto 2008

Esattamente un anno fa


Esattamente un anno fa, il 28 Agosto 2008, mentre mi trovavo in vacanza a Minorca, il mio papà Giuliano (al quale questo blog è dedicato) ci lasciava. Sono consapevole che può sembrare una "frase fatta" ma, da quel momento, non passa giorno senza che il suo ricordo mi raggiunga; a volte in maniera dolorosa, a volte in modo lieve e sereno il pensiero della sua persona mi accompagna, sia nei momenti importanti ed anche nel banale quotidiano.
Alcune sue poesie, tratte dai libretti che scriveva a mano, sono state recentemente inserite in una raccolta intitolata "Poeti per caso...", realizzato dall'associazione "La baia delle Favole", una onlus di famiglie e di educatori sorta con l’intento di collaborare con il comune di Sestri Levante e con altri comuni del comprensorio in tutte le iniziative di solidarietà e di sostegno a favore delle famiglie e, soprattutto, dei bambini. Il suo preciso obiettivo è il miglioramento dello stato di benessere psico-fisico dei bambini provenienti da famiglie i cui componenti hanno lavorato alla messa in sicurezza della centrale nucleare di Chernobyl dopo il disastro, e di quelli provenienti dal Saharawi. In concreto i bambini vengono accolti durante il mese di agosto presso le famiglie liguri tendendo, altresì, ad arricchire il bagaglio socio-culturale sia delle stesse che dei piccoli ospiti, stabilendo anche rapporti con le famiglie di origine. La permanenza dei bambini in un ambiente sano e incontaminato aumenta le difese immunitarie del loro organismo, riducendo, per quelli ucraini, il rischio che essi contraggano malattie legate alla radioattività.
10 Euro (il prezzo del libro che potete acquistare contattando direttamente il sottoscritto) sono ben poca cosa ma diventano estremamente utili per la vita di questa lodevole iniziativa e sono contento che vi sia coinvolto mio padre, anche se a sua insaputa...
Venerdì scorso a Lavagna, sulla spiaggia dei bagni Marini a lui tanto cara (la stessa della foto di questo post), con la presenza del mio caro amico Don Serafino, l'abbiamo ricordato con un piccolo ma significativo momento di preghiera. Nel Vangelo di Luca, scelto per l'occasione, l'evangelista cita il vento di scirocco ("Diceva ancora alle folle: “Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: Viene la pioggia, e così accade. E quando soffia lo scirocco, dite: Ci sarà caldo, e così accade."), il medesimo che ha soffiato durante l'orazione e che l'ha resa ancora più emozionante, facendosi notare prepotente anche in questo video:

Papà poteva risultare spigoloso ed antipatico (nonostante tutti apprezzassero il suo humor e la sua vis comica) perchè, con tutti i suoi difetti, era un uomo sincero; l'averlo ricordato, attraverso San Luca che ci invita a combattere l'ipocrisia, riflettendo sulla nostra esistenza, liberi nelle scelte e nei giudizi... per l'enesima volta me ne ha fatto avvertire la mancanza.
Papà amava il mare, era un uomo libero.

Coincidenze: l'ultima volta che ho visto mio padre vivo abbiamo parlato, tra le altre cose, di una canzone di Frank Sinatra (sua e mia grande passione), "The Best Is Yet To Come", certamente non eccelsa dal punto di vista musicale ma dal testo interpretabile in vari modi. Gli avevo caricato nel suo iPod questa rara registrazione del grande showman americano e discutevamo di come il titolo fosse stato in quel caso... "profetico".
Il meglio deve ancora venire... spero che per papà sia stato veramente così.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Un pensiero affettuoso per il tuo papa' che non e' piu' tra noi da un anno.

LB

Luca "Varan" Varani ha detto...

Caro Luca,
questa è la dimostrazione che, quando si tratta di amicizia vera... la distanza è solo un dettaglio topografico.